| Home | Il Palazzo Campana | Le Sale | La Biblioteca | Il Teatrino | Le Grotte | Attività Culturali  | Link | Dove siamo |

 info@istitutocampana.it

 

 
 
Sala Vici
Sala Quattro Colonne
Cortile con Fontana
Sala 1
   
Aula Magna
Sala dell'Arco
Cappella Privata
Biblioteca
Museo Archeologico
   
Teatrino
Museo Civico
   
Richiesta concessione
Statuto vigente


Nel centro storico di Osimo, in corrispondenza di piazza Dante, si affaccia il Palazzo Campana, sede dell’omonimo Istituto per l’Istruzione Permanente e luogo di conservazione della biblioteca comunale, (fondata nel 1667 da Francesco Cini, Vescovo di Macerata e Tolentino), dell’archivio storico comunale, della biblioteca storica del collegio, e di altri istituti come il museo civico con annessa sezione archeologica.
L’edificio prende il nome dalla nobile famiglia osimana dei Campana, famoso per gli uomini di gran valore della famiglia, tra cui Cino, giurista insigne e docente in molte prestigiose università del tempo, e Fabrizio suo fratello.


La famiglia si estinse alla fine del XVII secolo, con la morte dei due fratelli Muzio (1685) e Scipione (1698), discendenti di Federico, famoso uomo d’armi, che lasciarono un testamento nel quale si chiedeva che una volta estinta la famiglia, il palazzo e tutti i beni della stessa venissero devoluti alla Compagnia della morte, per l’istituzione di un convento di monache cappuccine nello stesso palazzo.
Il volere testamentario fu invece commutato in un nuovo progetto che portò la formazione di un collegio educativo per giovani, inaugurato nel 1718, la cui nuova destinazione comportò una serie di cambiamenti nell’edificio originario.


La nuova istituzione divenne in poco tempo di gran fama tra le città dei dintorni per la validità degli insegnamenti e per l’alto livello d’apprendimento degli allievi, e questo permise di avere tra gli insegnanti, famosi letterati, poeti ed oratori, ai quali corrisposero allievi altrettanto illustri come i Papi Leone XII e Pio VIII, Aurelio Saffi e molti grecisti, storici e poeti.


 

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Presidente: PAOLO POLENTA
rappresentante del Comune di Osimo
decorrenza carica 12 novembre 2010
scadenza carica 11 novembre 2015

COMPONENTI

PASQUALE ROMAGNOLI  
rappresentante del Comune di Osimo
decorrenza carica 12 novembre 2010
scadenza carica 11 novembre 2015

PAOLO PIERPAOLI
rappresentante del Comune di Osimo
rappresentante del Comune di Osimo
decorrenza carica 12 novembre 2010
scadenza carica 11 novembre 2015


MATTEO BISCARINI
rappresentante della Regione Marche
decorrenza carica 12 novembre 2010
scadenza carica 11 novembre 2015


DANIELA BAFFETTI
rappresentante del dell'Ufficio Scolastico Regionale
decorrenza carica 12 novembre 2010
scadenza carica 11 novembre 2015


La destinazione del palazzo rivolta alla costituzione di un notevole e riconosciuto centro culturale quale si dimostrò, rese la città di Osimo nel XVIII secolo una delle più colte e preparate del territorio circostante, in grado di assumere una tale fama e reputazione da permettere un’affluenza continua di uomini prestigiosi nella storia culturale del nostro paese che dovevano essere ospitati in una struttura capace di onorarli e in grado di soddisfare una funzione diversa dalla destinazione originale.
È per questo che il palazzo Campana venne radicalmente modificato per mezzo di demolizioni e ricostruzioni di almeno cinque proprietà limitrofe acquistate per l’ampliamento della struttura al fine di conferirle l’aspetto attuale.

Ideatore di gran parte del progetto fu l’architetto Andrea Vici di Arcevia, allievo del Vanvitelli, che compose una nuova facciata del palazzo dall’aspetto unitario ed omogeneo nonostante la struttura venne realizzata con diversi complessi riadattati.
La presenza di un’istituzione educativa, che purtroppo cessò l’attività nel 1967, e l’autorevole sede architettonica progettata per l’occasione, rappresentarono per la città un’importanza culturale notevole, che fu in grado di influenzare l’intero ambito cittadino per secoli, continuando ad essere considerato fonte inestimabile di storia e cultura anche nella società odierna.


L’intero centro storico, formato nei secoli da continui cambiamenti strutturali prodotti da diverse influenze storico-artistiche, è stato costruito sopra una struttura di conformazione tufacea fatta di gallerie e cunicoli, che si estende dalla sede della cattedrale al rione San Marco, come un vero percorso sotterraneo che collega un edificio all’altro, raggiungibile da ogni palazzo.
Palazzo Campana oltre ad essere la sede di importanti istituti, si riconosce tra gli edifici costruiti sulla città sotterranea, come luogo appropriato per la conservazione di un percorso a labirinto esteso per tutta la sua lunghezza e formato da cunicoli e grotte ancora percorribili, che funge da inestimabile tesoro naturale e culturale, non da tutti conosciuto.


Inoltre, la particolarità dell’edificio prescinde il fatto di essere costruito su un terreno speciale, per considerare invece, la presenza di bassorilievi scolpiti nella pietra arenaria delle gallerie sotterranee, raffiguranti immagini misteriose, la cui origine è ancora oggi del tutto sconosciuta.


ORGANO COLLEGIALE DI TUTELA


Presidente: GIANCARLO MARIANI
Rappresentante dell’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche
decorrenza carica 17 febbraio 2011
scadenza carica 16 febbraio 2016


COMPONENTI

PIERGIORGIO BUGLIONI
Rappresentante della Regione Marche
decorrenza carica 17 febbraio 2011
scadenza carica 16 febbraio 2016

CARLO GOBBI
Rappresentante della Regione Marche
decorrenza carica 17 febbraio 2011
scadenza carica 16 febbraio 2016

ALESSANDRO CHIARALUCE 
Rappresentante del Comune di Osimo
decorrenza carica 17 febbraio 2011
scadenza carica 16 febbraio 2016

MANUELA PANINI 
Rappresentante del Comune di Osimo
decorrenza carica 17 febbraio 2011
scadenza carica 16 febbraio 2016